Trofie alla mia maniera


Mi piace, a volte, modificare ricette classiche, consolidate dalla tradizione. Quindi al posto del pesto o del canonico burro e salvia, propongo uan rivistazione delle trofie con un sugo a base di cipolle e bacon, mutuato dalle mie sperienze culinarie in Germania, dove usano gli spatzle, squisiti gnocchetti simili alle trofie, di cui posterò la ricetta prossimamente. Preparatevi dunque a una esperienza culinaria inedita e, spero, gradita.

Ingredienti per quattro persone:

Un confezione di trofie

Quattro cipolle bianche grandi, di quelle provenienti dal sud che in questi giorni trovate al mercato, deliziosamente saporite.

Quattro fette di bacon tagliate spesse.

Vino bianco

Olio

peperoncino ( a chi piace)

Affettate le cipolle con una mandolina, devono essere sottilissime. Tagliate il bacon a dadini e mettetelo insieme alle cipolle in una padella con quattro cucchiai d’olio. A metà cottura, sfumate con del vino bianco e lasciate cuocere fino a quando le cipolle saranno appassite. Aggiungete, se lo gradite, del peperoncino o, come faccio io, una spezia piccante a vostro gusto. Fate cuocere le trofie e poi fatele saltare in padella con le cipolle, il bacon e due cucchiai dell’acqua di cottura per qualche minuto. Servite a tavola dopo aver spolverato con del buon pecorino. Accompagnate con del vino rosso, del Morellino di Scansano, ad esempio e lasciatevi avvolgere dal gusto intenso di questo piatto.

Salsa all’aglio libanese


Una ricetta semplice e veloce per preparare una squisita crema all’aglio che potremo usare sui crostini, o in sostituzione dell’aglio nei soffritti per avere una salsa più leggera. La crema si conserva in frigorifero ma può anche essere congelata senza problemi. Per sbucciare rapidamente le teste d’aglio un trucco consiste nell’avvolgerle in un fazzoletto e scuoterle roteandole con energia. Una volta aperto il fazzoletto, sbucciare dovrebbe essere agevole. Ricordo che l’aglio è un regolatore naturale della pressione, è un antibiotico naturale e un coadiuvante per abbassare colesterolo e trigliceridi. Naturalmente questa salsa si può anche utilizzare per condire carne e verdure.

Ingredienti ( sono sempre per quattro persone)

Quattro teste d’aglio ( con l’aglio fresco il gusto è più forte)

240 ml di succo di limone

Sale a piacere

700 ml di olio di semi ( io uso l’extravergine di oliva e va benissimo lo stesso)

Frullare i quattro spicchi d’aglio fino ad ottenere una pasta densa

Aggiungere gradualmente l’olio fino alla cremosi desiderata

Aggiungere il limone e mescolare fino a quando non otterrete una crema

Con queste dosi vi verrà parecchia crema. Io la conservo in vasetti piccoli da pesto e la tengo nel congelatore, tirandola fuori e scongelandola quando serve. Attenzione a non farla bruciare quando fate il soffritto. Provate la ricetta e non ve ne pentirete.

Zuppa di cavolo nero, ceci e zucca


Cominciamo con questa ricetta invernale un blog parallelo, dedicato alla cucina, dove illustrerò ricette classiche con un tocco di originalità nato dalla mia volontà di sperimentare, dall’assenza e sostituzione degli ingredienti canonici o dal caso.

Questa è una zuppa tipicamente invernale, gustosa, nutriente e senz’altro dietetica.

Ingredienti:

250gr di zucca, preferibilmente Butternut

250 gr di cavolo nero

Una scatola di ceci lessati o 250 gr. di ceci secchi

Crostini ( se fa piacere all’aglio)

Yoghurt magro a piacere.

Se i ceci sono secchi, metteteli a bagno la sera prima e poi cuoceteli fino a quando saranno morbidi. Inserite nella pentola, meglio se di coccio il cavolo nero, dopo averlo accuratamente lavato e la zucca tagliata a dadini. Preferisco la Butternut, perché più semplice da tagliare anche a crudo e più dolce. Lasciate sobbollire il tutto a lungo, fino a quando, assaggiandola, sentirete che il sapore è pieno, a quel punto salate a piacere. Nel frattempo, preparate dei crostini e, se non vi disturba, strisciategli sopra un pò d’aglio, arricchirà il gusto della zuppa. Rovesciate la zuppa sui crostini. A questo punto, la tradizione dell’est vorrebbe l’inserimento di panna acida ma, essendo un ingrediente non sempre di facile reperibilità, io ho inserito una cucchiaiata di yogurt fatto in casa, partendo da una confezione di yogurt greco. Il risultato è stato delizioso. Provatela e fatemi sapere.

N.B. La zuppa può essere preparata anche nella crockpot, la pentola a cottura lenta, e guadagnerà in sapore ma, in tal caso, fate andare i ceci per una notte a livello massimo, poi inserite il resto al mattino e fate lavorare la pentola fino a cottura. State attenti/e all’acqua, perché nella croce pot evapora pochissimo, quindi decidete se desiderate una zuppa più o meno liquida.