A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Se a scuola non si fa politica cosa si deve fare?


L’episodio è uscito su tutti i giornali.  Salvatore Borsellino, invitato in una scuola, risponde alla domanda di uno studente sulle connessioni tra mafia e politica citando Andreotti e Dell’Utri. Il preside lo redarguisce dicendo che a scuola non si fa politica e Borsellino non può fare altro che salutare e andarsene. E’ lo specchio dei tempi, la Buona scuola, i nuovi dirigenti. Nella mia città a dei docenti viene impedito […]

Continua a leggere →

La scuola non la fanno solo gli insegnanti


Quei dirigenti dell’ANP che hanno considerato una sciocchezza il concetto di scuola come “comunità educante” inserito nel nuovo contratto nazionale, dovrebbero provare un moto di vergogna, ammesso ne siano in grado,  alla luce dei recenti fatti di violenza che hanno avuto come vittime degli insegnanti. Ho letto molti articoli in proposito, generalmente equilibrati e ben argomentati, in qualche caso acuti, ma tutti, essendo redatti da persone anche illustri e autorevoli, […]

Continua a leggere →

Anatomia dell’odio


  Carolin Emcke è una delle più importanti giornaliste tedesche. Ha lavorato in moltissime aree di crisi toccando l’odio con mano e raccontandolo. E’ lesbica e conosce il peso della discriminazione. Carolin Emcke ha scritto un libro bellissimo. Contro l’odio  edito in Italia da La nave di Teseo, la bella casa editrice fondata da Umberto Eco prima di lasciarci       A  Eco sarebbe piaciuto molto questo libro, per il rigore con […]

Continua a leggere →

Perché uno degli assassini di Graziella Campagna era libero?


La notizia è di ieri e la si può leggere in rete, non sui quotidiani nazionali  che, evidentemente, non hanno ritenuto degno di nota il fatto che un mafioso condannato per due omicidi fosse in libertà  e fosse implicato un traffico di droga nel bar che gestiva insieme al fratello. Giovanni Sutera, insieme a Gerlando Alberti jr.,  freddò con cinque colpi di lupara, la sera del 12 Dicembre 1985, Graziella […]

Continua a leggere →

Santuario, di William Faulkner


I Inauguro, con  un classico di Faulkner, la sezione del blog dedicata alle recensioni.  Parlare del presente  incita a usare toni e argomenti che non gradisco, preferisco che a farlo siano le opere di chi ha saputo guardare lontano, purtroppo senza sbagliarsi. Il noir, per definizione, necessita di una redenzione,all’annientamento del male deve far da contraltare un riscatto morale che ristabilisce l’ordine naturale delle cose. Non c’è nulla di tutto […]

Continua a leggere →

Il Pm Zucca o della verità sotto gli occhi di tutti


Non si capisce lo scalpore suscitato dalle parole del Pm Zucca riguardo la profonda ipocrisia di uno Stato che chiede il rispetto delle libertà civili a un paese straniero dopo essere stato teatro della più grande sospensione di massa dei diritti civili dal dopoguerra a oggi in un paese occidentale  a cui ha fatto seguito una impunità per i responsabili che si è trasformata in beffa, con la promozione dei […]

Continua a leggere →

Gli invisibili


Non li vedi, quindi non esistono: sono nascosti, senza nome, rinchiusi in un mondo a parte che non ci riguarda, un mondo di giorni e notti interminabili, tutti uguali, dove a scandire le ore sono la noia e la paura, un  mondo dove non esiste mai il silenzio, violato dai rumori di cancelli che si aprono e chiudono, lamenti, bestemmie, pianti. I carcerati sono colpevoli, non sempre ma di solito […]

Continua a leggere →