Mi soffermo su un argomento nella sostanza assolutamente risibile ma che apre una finestra sul clima di ipocrisia becera che ammorba l’Italia oggi. Premetto che sono contrario all’uso di droghe e che considero le stesse un serio problema sociale, tanto per non dare adito ad equivoci e che amo una certa cultura (quella americana tra gli anni 50 e 70) e una certa musica (idem) che indubbiamente hanno avuto rapporti con l’uso degli allucinogeni. Ma si trattava di anni lontani anni luce da quelli attuali.

Morgan, in una intervista, afferma di fumare cocaina per combattere la depressione. Prime pagine su tutti i giornali, Morgan il maledetto, Morgan il trasgressivo, via da Sanremo. Nel frattempo, Berlusconi a Israele insulta mezzo medio oriente e plaude al massacro dei palestinesi. Stasera Morgan andrà da Bruno Vespa a chiedere perdono facendo pubblica ammenda dei suoi peccati e verrà riammesso al festival. Nel frattempo, passa la legge sul legittimo impedimento e si comincia a massacrare anche la scuola superiore. Questa la sintesi della storia, ripeto,assolutamente ridicola.Vi immaginate  Lou Reed ai tempi di Heroin, o il Dylan anfetamico di Mr. Tambourine man o Il Mick Jagger di Brown Sugar andare da Vespa a chiedere perdono? Ma senza nominare i grandi, pensate al Finardi di Scimmia o al Vasco di Vado al Massimo. Tutta gente che ha pagato la trasgressione sulla propria pelle, che ha contestato lo status quo ed è rimasta. nonostante i miliardi, le donne e il successo planetario, irrimediabilmente ribelle. La droga, per questi artisti è stata un tentativo di aprire le porte della percezione (tanto per citare un intellettuale di quegli anni), un modo per epater le bourgeois, o semplicemente un grosso fanculo per chi si scandalizzava. Non si conoscevano ancora gli effetti devastanti dell’eroina, la cocaina non era una moda e gli allucinogeni facevano per un attimo dimenticare la guerra del Vietnam e il pericolo atomico. Che c’entra Morgan, artista di terzo piano, star televisiva in uno dei pessimi programmi che ci propina oggi la tv, finto dandy, finto ribelle, finto tutto?

Il gioco è talmente palese che viene da ridere. Le previsioni di ascolto sul festival di Sanremo erano più o meno quelle di un documentario sulla cacca di mosca, non si poteva puntare sull’ennesimo orrendo motivetto di Povia, uno dei più abominevoli esseri comparsi mai sul teleschermo, perchè già fatto, serviva un nuovo scandalo per creare audience. Prendiamo un cantante di quart’ordine, diamogli il suo attimo di notorietà, approfittiamone, tanto che si siamo, per sparare a zero sui drogati e sulla sinistra  che è piena di drogati e gay, i gay non c’entrano ma ce li facciamo entrare, ci pensa poi il lacchè dei lacchè, Bruno Vespa, a rimettere le cose a posto.  Così, almeno per la prima sera, l’audience è garantita. Nel frattempo, rifilando questo letame alla gente sui giornali, la distogliamo da quello che dice Berlusconi e da quello che fanno i suoi devoti servitori al governo. Così alle regionali li freghiamo di nuovo.

Mi chiedo: perchè non è stato fatto lo stesso scalpore per quel povero ragazzo tossicodipendente ammazzato a botte dalla polizia in carcere? perchè in Italia i giornali non titolano in prima pagina sulle cose serie? Perchè un depresso benestante, che ha più soldi, più donne, più possibilità di un ragazzo che si buca in un vicolo buio dovrebbe commuoverci e merita l’inchiostro speso per raccontare la sua storia? Questa vicenda è un’offesa a tutti quelli che vivono quotidianamente il dramma della tossicodipendenza, una banalizzazione volgare e gretta di un problema sociale gravissimo, un teatrino ignobile. L’Italia, ormai è diventato questa: una continua e insopportabile sceneggiata, uno squallore senza fine, una melma di ipocrisia e falsità che sommerge tutto e tutto inquina. Anche il già pestifero Festival di Sanremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...