A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Fenomenologia della menzogna


Come si fa a gestire un ministero quando si è completamente incapaci, privi della cultura e dell’abilità necessari? La ricetta è semplice.

Per prima cosa,fate una conferenza stampa e citate numeri a cazzo affermando che si tratta di fonti ministeriali (che è già una garanzia di falsità). Aggiungete poi una inversione totale della realtà. Ecco un utile decalogo:

1) Dite che avete fatto moltissimo per i precari anche se il loro numero è aumentato a dismisura nonostante ci fosse un piano, approntato dal ministro del vostro stesso colore politico che vi ha preceduto, per azzerarli entro il 2010.

2) Date la colpa alla compagine politica avversaria, anche se la vostra parte politica governa, con una pietosa e insignificante parentesi, da quindici anni.

3) Dite che quelli che manifestano e si lasciano morire di fame in realtà sono pericolosi attivisti politici dell’opposizione.

4) Sparate altre cifre a cazzo dicendo che il tempo pieno, fiore all’occhiello di quella scuola elementare che state facendo a pezzi, è aumentato, quando invece è quasi scomparso.

5) Affermate sorridendo di aver  fatto una riforma epocale delle scuole superiori e sorvolate sul fatto che ha scontentato tutte, ma proprio tutte le parti in causa e mandato in confusione le famiglie.

6) Evitate accuratamente di parlare dei tagli al personale Ata e alle segreterie delle scuole.

7) Continuate a ripetere come un mantra l’enorme minchiata che il 97%  delle risorse della scuola viene utilizzato per pagare gli stipendi agli insegnanti sapendo benissimo che non è vero e che è una vergogna ripetere da anni questa idiozia, soprattutto in un momento in cui i docenti vedono i loro stipendi indecorosi bloccati per tre anni.

8) Evitate accuratamente di dire che avete tagliato i fondi per l’edilizia scolastica, che continuate a tagliare i fondi per le ore aggiuntive e che manca un numero assurdo di presidi a gestire un numero assurdo di Istituti  comprensivi che andranno avanti per la buona volontà di quei docenti che umiliate.

9) Ribadite che i test universitari assicurano una selezione più severa omettendo di dire che, casomai, la selezione va fatta molto prima, nelle scuole superiori e che i test sono inutili, legalmente non necessari e favoriscono il clientelismo e le raccomandazioni di cui all’università non c’è penuria.

10) Sorridete con aria intelligente trasformando la disastrosa gestione del ministero di cui siete responsabile in un trionfo.

Naturalmente, ogni riferimento a fatti o persone reali è assolutamente casuale.

Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...