A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Prendiamo atto


Prendiamo atto che in Italia il figlio di un camorrista può partecipare a un reality show trasmesso da una tv privata(in direttamente…sì, come no) di proprietà del presidente del Consiglio mentre qualcuno (chi sarà ? Indovinate un po’…)impedisce che sulla Tv di Stato vadano in onda il giornalista che ottiene più audience con i suoi talk show, un premio oscar, uno scrittore da milioni di copie, due tra i comici più pungenti e intelligenti del panorama satirico italiano, ecc.ecc.

Prendiamo atto che se questo non è un regime allora i sapienti di sinistra e della nuova destra (favorevole a un abominio legale come la retroattività del blocco dei processi) cos’è un regime, perché la democrazia non è in pericolo e perché non dovremmo essere preoccupati.

Prendiamo atto che, come quei mariti che si tagliano gli attributi per punire la moglie, i   due sindacati più importanti d’Italia, dopo due manifestazioni perfettamente riuscite in cui hanno dimostrato di poter mobilitare ancora centinaia di migliaia di persone dietro le loro bandiere invece di unire le forze e cacciare questa banda di ladri e corrotti che ci governa continuano a litigare tra loro e a seminare discordia tra i loro iscritti facendo scompisciare dalle risate Tremonti e re nano che godono meglio che con una escort di questa guerra tra poveri.

Prendiamo atto che un programma becero, inutile, volgare, fondato sul nulla, voyeuristico perché  un termine meno elegante non mi viene, francamente schifoso come il Grande fratello ha ottenuto il record di ascolti.

Prendiamo atto che la sinistra continua non avere un programma, a non avere una linea politica, a non avere idee, a non avere un argomento che venga condiviso da tutte le sue parti ma che in compenso ha decine di candidati leader senza programmi, senza idee, ecc.ecc.

Prendiamo atto che c’è un presidente di garanzia della Rai  che ci chiediamo quando riterrà opportuno dimettersi, cosa devono fare di più?

Prendiamo atto che c’è un ministro dell’istruzione che manda gli ispettori a indagare sulle bandiere rosse poste davanti a un asilo che poi non sono poste davanti a un asilo ma su un muro che non c’entra un cazzo con l’asilo e invece non manda gli ispettori in una scuola dove ci sono simboli leghisti anche sulle tazze del cesso.

Prendiamo atto che c’è un ministro dell’istruzione che spreca i soldi dei contribuenti istituendo l’anagrafe dei professori che non serve a nulla, perché uno può avere dieci titoli di studio ed essere un perfetto idiota e il ministro dell’istruzione è la dimostrazione più lampante che i titoli non dimostrano nulla.

Prendiamo atto che c’è un ministro dell’istruzione e ci chiediamo cosa debba fare ancora perché qualcuno chieda le sue dimissioni.

Prendiamo atto che ci sono giornalisti che scrivono falsi scoop per calunniare e rovinare la vita agli avversari politici del padrone, che ricattano minacciando di pubblicare uno scoop falso chi non la pensa come il padrone e poi si offendono perché nessuno li difende quando qualcuno li tratta come meritano.

Prendiamo atto che Genova porta sfiga alle forze dell’ordine.

Prendiamo atto che difendere la famiglia nucleare non è che convenga molto, visti gli ultimi fatti di cronaca.

Prendiamo atto che Ivan il serbo prima di impedire lo svolgimento della partita a Genova ha picchiato un bel po’ di omosessuali a Belgrado e rischia di diventare cardinale.

Prendiamo atto di tutte queste schifezze e chiediamoci: ma in centocinquantanni davvero non si poteva fare niente di meglio?

Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...