A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Intellighenzia radical chic


L’appello di Zagrebelsky, Umberto Eco e una pletora di nomi illustri della intellighenzia di sinistra italiana a votare la coalizione di centrosinistra se non si vuole rischiare la catastrofe, non stupisce più di tanto. Stupisce, semmai, che persone di alta cultura, promotrici di battaglie nobili per i diritti civili e il rispetto della legalità, considerino l’alleanza Monti-Bersani la soluzione per i mali del paese.

Tale presa di posizione denota per l’ennesima volta la totale mancanza di coraggio della maggior parte degli intellettuali italiani, la loro assuefazione a schemi logori di potere, o semplicemente la volontà di ripararsi sotto un ombrello sufficientemente solido e grande per continuare a promuovere le loro nobili battaglie, a vendere milioni di libri, a proporsi come gli esponenti radical chic più in del momento.

E’ un atteggiamento apparentemente opposto a quello di Roberto Saviano che sembra, in questi giorni, isolarsi dallo scontro politico e rifugiarsi in una torre d’avorio che gli permetta di far vagare lo sguardo lontano dal nostro paese, beninteso promuovendo anche lui nobili cause. In realtà, uguale è la paura di schierarsi in modo diverso, di azzardare un passo difficile, uguale il desiderio di non lasciare il noto, anche se squallido, per l’ignoto.

Nulla di tutto questo serve alla rigenerazione morale del paese, rigenerazione morale che non può certo partire da Bersani e dalla direzione del Pd, e non solo per la faccenda del Monte dei Paschi, né da un personaggio aduso ad andare a braccetto dei poteri forti come Monti.  Rigenerazione morale che l’intellighenzia chiede a gran voce salvo poi fare marcia indietro quando è il momento di scegliere.

Registriamo, en passant, anche l’ultima intromissione di Napolitano che dagli Stati Uniti fa un intervento che di fatto censura Berlusconi e il centrodestra e rassicura il gotha politico finanziario americano sul fatto che Marchionne otterrà la benevolenza anche del prossimo governo italiano. Per carità, censurare Berlusconi sempre e comunque è cosa buona e giusta da parte di tutti, tranne che da parte del presidente della Repubblica in piena campagna elettorale.

Intanto Berlusconi, col consueto codazzo di servi pronti a tirar fuori la lingua e peripatetiche, appare, ammesso sia possibile, ancora meno lucido del solito e si lascia andare a dichiarazioni che, in qualsiasi altro paese democratico, provocherebbero immediatamente il suo internamento coatto. Ma questa è l’Italia, questo è il paese dei balocchi dove i Mangiafuoco raccolgono il consenso e i geppetti restano prigionieri del ventre della balena.

In questo quadro, la bassa macelleria che si sta facendo nei confronti di Grillo e di Ingroia, la macchina del fango ben oliata a destra e a sinistra, testimoniano solo la paura fottuta che la vecchia gerarchia del potere ha dei giovani turchi, il terrore che la gente, nauseata da tante bugie, ipocrisie e promesse da marinai, decida di scuotersi e votare il cambiamento vero, di portare aria fresca in un parlamento ammuffito e stantio.

Gli intellettuali che invitano a votare Monti e Bersani conoscono tutti molto bene la storia e le storie dei due leader e dunque, o sono in malafede, o hanno un tornaconto personale a promuovere una alleanza improponibile, o l’età ha prodotto danni irreparabili sulle loro menti brillanti, come nel caso di Eugenio Scalfari, l’uomo che sconfisse Sindona e Craxi, oggi incapace di vedere che promuove lo stesso sistema di potere sotto una bandiera diversa.

Intanto gli italiani si lasciano distrarre da un San Remo a dir la verità assai decente e gradevole, in attesa di recarsi alle urne per decidere del proprio destino. Vincerà Tomasi di Lampedusa, come sempre, eterno simbolo di un paese che non sa guardarsi indietro e si nega ogni possibilità di andare avanti. 

Categorie:Attualità

Tag:, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...