A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Il governo dei morti viventi


Un’immagine di queste vacanze di Pasqua che resterà indelebile nella memoria è quella di Bersani seduto al tavolo con i due rappresentanti dei cinque stelle. La tronfia sicumera dei due neo eletti, l’arroganza di chi ha la verità in tasca rimandano a immagini d’altri tempi, alcune vissute, altre, di riflesso, studiate sui libri: mi riferisco ai primi vagiti della Lega nord e del fascismo. Ma mentre il fascismo aveva una ideologia politica alle spalle, per quanto deleteria e criminosa, alcuni tratti accomunano i leghisti e i grillini: una crassa ignoranza di cui si vantano, la pretesa di essere migliori, la mancanza di un’idea di fondo che non sia quella di “mandare a casa” gli avversari. L’affermazione di “non sentirsi responsabili” dello stato delle cose è sintomatica di una demenza precoce che sembra coinvolgere tutto il movimento (che movimento non è, ma ne riparleremo in un altro post); intanto questa gente avrà votato in precedenza, e come tale, si è assunta una responsabilità politica seppure minima; in secondo luogo hanno ricevuto dal popolo il mandato di governare il paese e se non lo fanno perché si arroccano nell’assurdo sogno di ottenere un voto plebiscitario, saranno responsabili, eccome, di tutto quello che verrà.

A rendere molto amaro quel filmato è la consapevolezza che se il nuovo è rappresentato da quei due arroganti idioti. davvero per questo paese non c’è speranza. Grillo predica maluccio e razzola malissimo, cercando come Berlusconi di prosperare alle spalle di chi ogni giorno perde il proprio posto di lavoro, prospettive di una vita decente, vede sogni e  speranze andare in fumo.

Le decisione di Napolitano, nominare dieci personaggi quasi tutti discutibili, quasi tutti compromessi con il potere, quasi tutti impresentabili, per cercare di non tornare alle elezioni,non è così incomprensibile. E’ chiaro che il presidente vuole dare ossigeno agli zombi del governo Monti, cercando di evitare quel tracollo dei mercati che ci manderebbe definitivamente sul lastrico tutti quanti. Direi che siamo di fronte a un accanimento terapeutico. Inoltre, si continua a partire dal presupposto che i problemi dell’Italia siano economici e non morali e questo è un errore che stiamo già pagando caro con la presenza in parlamento di un pregiudicato indagato anche per pedofilia che fa il bello e il cattivo tempo.

La scelta di una figura di alto profilo come presidente incaricato, Gino Strada, Gustavo Zagrebelsky, Umberto Eco, per fare qualche nome, avrebbe messo in seria difficoltà sia i grillini che Berlusconi, e permesso forse la formazione di un esecutivo fatto da persone chiamate al servizio del paese per la loro competenza e la loro rettitudine morale ed etica, come un tempo accadeva anche da noi, giusto agli albori della repubblica. Ma è questo che terrorizza i nostri politici: il fatto che possa arrivare qualcuno che dimostri che si può fare politica in questo paese facendo tabula rasa di compromessi e privilegi, mandando in galera chi delinque seguendo i dettami costituzionali alla lettere.

Napolitano ha scelto la restaurazione. D’altronde, l’Italia è il paese della Controriforma, dell’ Illuminismo clericale di Parini e Manzoni e del pessimismo cosmico di Leopardi, cosa ci si poteva aspettare? 

Godiamoci così questa riedizione della “Notte dei morti viventi” che, detto per inciso,vezzo da cinefilo, era in realtà una critica feroce alla società dei consumi in tempi non sospetti. Sorbiamoci le idiozie di Grillo e dei grillini, l’inumazione in vita di Bersani, le disgustose uscite del pregiudicato, l’ascesa al trono di un altro nano rampante. Continuiamo a tenere la ragione in letargo e a generare mostri. Anche se, qualcuno una volta l’ha cantato, ci deve pur essere una via d’uscita.

Categorie:Attualità

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...