A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Le domande di un ignorante


Io non capisco nulla di economia, il mio lavoro è spiegare ai miei alunni cosa c’è scritto nei libri: mi occupo di bellezza e di poesia, l’economia non è la mia materia. Vorrei quindi che qualcuno rispondesse alle seguenti domande, sicuramente stupide  e fuori luogo.

1) Se c’è la crisi perché non c’è lavoro, le imprese sono strozzate dai debiti, le banche non fanno più credito e la gente non compra più, si è spezzato dunque quel folle circolo vizioso autodistruttivo, spreco di risorse-produzione- consumo- domanda offerta su cui si basa la nostra società capitalista, come può un semplice decreto che riuduce il costo del lavoro per l’assunzione dei giovani rilanciare l’economia?

2) Duecentomila assunzioni a fronte di due milioni e mezzo di disoccupati non è un provvedimento strutturale ma il tentativo di svuotare il mare con un bicchiere. E’ davvero questa l’unica via per risolvere la crisi?

3)  Se il provvedimento funzionasse, ma non funzionerà, quante balle ci hanno raccontato fino adesso?

Io, più che “decreto lavoro” chiamerei quello varato oggi da Letta “decreto della disperazione”, atto inutile di un governo senza idee, senza linea, senza direzione e totalmente alla mercè di un pregiudicato. Quanto intendono continuare a prenderci in giro quelli che siedono in parlamento? Parlo della strana coppia  Pd- Pl ma anche di Grillo, sempre più chiacchiere e distintivo. Senza una maggioranza vera e senza un’opposizione vera questa compagine di governo, chiamiamola così, riesce ad entusiasmare solo Eugenio Scalfari e Napolitano, coppia che insieme supera gli anni di Noè, con tutto il rispetto dovuto alla canizie. E non fatemi parlare del ridicolo temporaggiamento sugli F35 che hanno già comprato, altrimenti sarei costretto a dire dove dovrebbero puntarli per utilizzarli in modo adeguato.

Eppure di cose da fare ce ne sarebbero. Parliamo di Genova. Prima cosa: mandare via Burlando che o è troppo ingenuo, diciamo così ma ci siamo capiti, o è qualcos’altro, in ogni caso ogni volta che c’è uno scandalo o un problema in Regione, lui ha sempre un ruolo di primo piano. Seconda cosa: basta cemento, basta valichi, basta grattacieli che restano sfitti, basta moli inutili (per questo bisogna cacciare Burlando, che firma qualsiasi cosa implichi una betoniera  ed è pure disponibile a distruggere un pò di parco naturale perché c’è l’uranio), avviamo un piano ventennale di ristrutturazione del centro storico, valorizziamo un tesoro a cielo aperto unico al mondo, facciamo lavorare le imprese e, nel frattempo, avviamo un piano di rilancio turistico della città, un piano serio, intendo, che comporti un riassetto definitivo e sostenibile della viabilità, la distruzione della sopraelevata e, possibilmente, dell’orrendo palazzo della Fondiaria di piazza Caricamento, un sistema di mezzi pubblici efficiente e a basso costo. Per la libido construendi di Burlando terminiamo la bretella a mare a Cornigliano, che ce n’è bisogno e costruiamo nell’area ex italsider un centro di aggregazione per I ragazzi: biblioteche multimedilai, centri culturali, centro esposizioni, laboratori di arte e restauro, qualcosa che tolga i ragazzi dalla Fiumara,esageriamo e mettiamoci pure una scuola superiore, così verticalizziamo tutto per la gioia della Direzione didattica, tanto che ci siamo, facciamo una serie di poli sanitari da day hospital nei principali centri della città e costruiamo un carcere nuovo perché Marassi ormai è una vergogna.

Lavoro assicurato per vent’anni come minimo e, alla fine, un’altra città: vivibile, sostenibile, godibile, più civile, più equa. Ovvio che serve un grosso impegno finanziario da parte delle amministrazioni interessate, almeno all’inizio, o una partecipazione dei privati che non miri solo ed esclusivamente al profitto ad ogni costo, altrettanto ovvio che se si toglie l’Imu il comune non può finanziaire un accidente. E già  non è che si ammazzino di lavoro.

Tanto per dirvi come vanno le cose: sono anni che il sottoscritto chiede all’amministrazione per la sua scuola(sono responsabile della sicurezza dei lavoratori, non per delirio di onnipotenza) un videocitofono, cosi che gli Ata, sempre meno di quelli che dovrebbero essere, spesso troppo meno, non debbano improvvisarsi centometristi per aprire. La soluzione geniale ideata dai tecnici comunali è stata uno schifosissimo campanello a pressione che funziona una volta su cinque e che obbliga il bidello ad aprire al piano di sopra senza vedere chi sta entrando, con buona pace della sicurezza in una scuola che tra genitori e ragazzi ha un’utenza a tratti turbolenta. Se questo paese non sa occuparsi del proprio futuro, come volete che affronti il presente?

A me questo governo fa schifo, questa sinistra fa schifo, Grillo mi nausea e non vedo possibili salvatori della patria all’orizzonte. Nonostante mi turi il naso e ogni altro orifizio naturale da anni, continuo a votare per una sorta di perversione e continuo regolarmente a perdere. Mi dico che l’altro, il nemico politico, non può sbagliare sempre, che prima o poi ne azzeccherà una. Me lo ripetto da diciannove anni, comincio a essere un pò contrariato.

Scuola, sanità, corruzione, criminalità organizzata, energie rinnovabili, sono i nodi cruciali, quelli che vanno sciolti per risolvere la crisi. Nessuno ne parla, ne parlava (male) Grillo che adesso si è involuto in una nevrosi scatologica da cui non sembra più in grado di uscire. Letta non ha detto una parola, una, su questi temi.

No, una l’ha detta, il ministro degli Interni: amnistia.

E poi mia moglie mi rimprovera perché scrivo troppe parolacce… 

Categorie:Attualità

Tag:, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...