A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Ritorno al passato


La ricostituzione di Forza Italia da parte di Berlusconi è sempre più simile alla tragica beffa della repubblica di Salò, dove un Mussolini ridotto a un pupazzo nelle mani dei nazisti non era più in grado di gestire i suoi irriducibili. Naturalmente riportiamo il tutto alle dovute proporzioni: i repubblichini di Salò erano un manipolo di sadici bastardi che si macchiarono insieme ai nazisti di crimini inenarrabili, Berlusconi si è portato dietro un manipolo di servi e comparse di secondo piano che si rifiutano non solo di accorgersi che il re è nudo ma di vedere che è bollito da tempo.

Tuttavia, il clima di decadenza è quello ed è un clima che ammorba l’aria del paese. L’exploit di Vendola, imperdonabile e ingiustificabile, le reiterate difese piuttosto penose della Cancellieri, il rifiuto di dimettersi di entrambi, non destano né schifo né sconcerto, ma solo noia. Da tempo abbiamo constatato che la politica è affare di squallidi personaggi senza etica e senza idee, che mancano figure di spicco, che pure in passato ci sono state, che questa classe politica, questo sistema ormai non ha più nulla da dire e non ha più alcuno scopo se non quello di portare il paese a una dolorosa ma sempre più inevitabile palingenesi.

Ma davvero qualcuno ha creduto che il retorico e magniloquente Vendola potesse rappresentare il futuro della sinistra o che la Cancellieri avesse agito in buona fede? Ci hanno rincoglionito a tal punto?

In questo quadro si inseriscono alla perfezione il felliniano ritorno del pregiudicato con la sua deforme creatura, le sparate contro i giudici e i comunisti, la folla di servi idioti plaudenti e adoranti, i titoli deliranti dei suoi giornali. Uno spettacolo di infimo gusto che si ripete sempre uguale a sé stesso, con attori di terzo piano che hanno perso la loro occasione se mai l’hanno avuta, una commedia buffa che non diverte nessuno.

Dovremmo chiederci cosa c’è dall’altra parte: Scanzi, che è persona intelligente anche se un pò troppo fighetta per i miei gusti,  si ostina a scrivere che il movimento improvvisato del  fascista Grillo sarebbe l’unica opposizione vera del paese: mi chiedo dove la veda questa opposizione, quali proposte di riforme strutturali abbia fatto il comico razzista, quale linea politica ci sia dietro il turpiloquio continuo. A me pare che il movimento fosse fatto della stessa sostanza dei sogni e che si sia dissolto nel momento stesso in cui è entrato in Parlamento. Anzi, giorno dopo giorno rivela che la sua sostanza non era sì quella dei sogni, ma di quelli brutti assai.

Il Pd è ridotto a un mercato del pesce dove non si vende il prodotto più fresco ma quello più urlato. Renzi gode di un mediocre consenso a livello nazionale ma a furia di dire che rappresenta l’unica speranza per la sinistra, il consenso finiranno per crearglielo, condannando così la sinistra a morte certa. Persino un intellettuale stimabile come Michele Serra ha detto che è tentato di votare Renzi per vincere. Non mi sembra un gran punto di visto: preferisco perdere piuttosto che assumermi la responsabilità di aver vinto votando l’ennesimo idiota supponente senza uno straccio di idee.

Viene da chiedersi se la gente riuscirà a svegliarsi da questa sorta di incubo che dura ormai da troppo tempo. La mia generazione ha visto gli ideali e i valori con cui è stata educata frantumarsi e crollare come birilli, uno dopo l’altro, stiamo ancora aspettando qualcosa che li rimpiazzi. O forse, stiamo tutti aspettando Godot.

Categorie:Attualità

Tag:, , , , ,

2 risposte

  1. Un bel ragionamento, manca il finale, che facciamo?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...