A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Lettera aperta agli insegnanti che non hanno scioperato


Crumiro_servo

Questa è un’invettiva, come tutte le invettive ha lo scopo di provocare e disturbare, oltre che la vana speranza di scuotere le coscienze assopite di chi sceglie di non scegliere mai. Sono esclusi dalla mia invettiva i precari e i neo assunti che possono aver avuto le loro rispettabili ragioni per esimersi dallo sciopero. Mi riferisco non a tutti quelli che non hanno scioperato, bastava lo facesse solo uno per consiglio di classe, ma a chi ha avuto il sfrontatezza di dire a chi scioperava che la metteva nel culo ai suoi colleghi, a chi ha parlato alle spalle, bisbigliato e mormorato.

Chiedo ai colleghi che non hanno bloccato gli scrutini e non sono scesi in piazza di avere il coraggio di manifestare pubblicamente le proprie opinioni come noi abbiamo manifestato le nostre con numerosi e concreti argomenti.

Siete favorevoli alla riforma? Pensate che assegnare tutto il potere a un dirigente scolastico alleggerirà il vostro lavoro? Ritenete opportuna la limitazione alla libertà d’insegnamento e la limitazione al diritto allo studio che questa riforma nasconde in nuce?

Credete che, in quanto bravi soldatini sempre disposti a marciare in fila per due seguendo il tempo del padrone sarete ricompensati con i trenta denari del merito? Siete fedeli alla linea del nuovo profeta di sticazzi e pensate che abbia ragione a voler limitare le libertà di tutti per assicurare il benessere di pochi?

Ritenete che sia dovere di un intellettuale non criticare il potere, ma appoggiarlo?

Considerate con favore una scuola che selezioni i migliori e mandi a lavorare i disgraziati, siete tra quelli che pensano che don Milani fosse un demagogo, Danilo Dolci un pazzo e Paulo Freire un pericoloso estremista?

Siete semplicemente fascisti?

Ritenete che sia dignitoso e intellettualmente onesto criticare e parlare dietro le spalle a chi ha avuto il coraggio di scegliere anche per voi?

O semplicemente non capite che la campana suona anche per voi?

Ma state sereni, colleghi: ci sarà sempre qualcuno disposto a rischiare il suo anche per voi, ci sarà sempre qualcuno che vincerà o perderà anche per voi.

Voi, voi no: voi perderete sempre.

 

P. S.  Per quelli che si sono lamentati che lo sciopero è stato fatto da alcuni senza preavviso: nessun lavoratore è tenuto a dichiarare la sua volontà di scioperare. Che poi ci sia sempre una discreta quantità di coglioni che firmano i fogli illegali che alcuni dirigenti fanno circolare ogni volta, è l’inevitabile effetto della prevalenza del cretino nella nostra categoria.

Categorie:Arte e spettacolo

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...