A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Gli utili idioti che fanno il gioco delle mafie


Commissione-parlamentare-Antimafia

E’ una storia già sentita: la commissione antimafia attesta l’ovvio, in questo caso che la camorra ha un potere tentacolare su Napoli tanto da essere ormai una presenza ineludibile sul territorio, e subito si levano i cori offesi degli amministratori locali a raccontare che non è vero, che i napoletani sono gente operosa e onesta, ecc., eludendo il vero nodo del problema.

Nessuno dei relatori della commissione antimafia si è mai sognato di dire che tutti i napoletani sono camorristi o amici di camorristi, affermazione che non farebbe neppure il più ottuso sodale di Salvini. E’ ora di piantarla, ogni qual volta si tocca un nervo scoperto, di tirare in ballo il populismo più bieco e sviare il discorso.

Trovo semplicemente vergognoso che il presidente del consiglio ieri sera su La7, abbia negato che intere parti del territorio in Italia sono nelle mani delle mafie e che il giorno seguente a questa ridicola affermazione, palesemente falsa e in evidente contraddizione con quanto affermato dalla commissione antimafia e con quello che ogni giorno accade in Italia, nessuno scriva due righe per smentire questa ennesima menzogna, mentre si spendono fiumi di parole inutili per parlare di una inesistente ripresa economica.

Chi sminuisce il fenomeno mafioso, fa il gioco della mafia. L’utile cretino è quello che afferma,anche  in perfetta buona fede, che le cose non stanno così, che il fenomeno è limitato, che  lo strapotere della mafia è un mito, che la situazione non è così grave come la dipinge Saviano nei suoi libri, che certe fiction gettano cattiva luce sulla tale città, ecc.

Questa negazione del fenomeno aiuta le mafie, che non amano i clamori né i titoli in prima pagina e quindi accettano di buon grado l’involontario aiuto del cretino di turno.

Negare il problema non lo risolve e non lo cancella, il fatto che il sindaco di Napoli sminuisca la portata di quanto affermato dalla commissione antimafia non attenua il fallimento della sua giunta riguardo ill capitolo criminalità organizzata. L’omertà è un problema grave, in parte ridimensionato da una presa di coscienza delle popolazioni più direttamente soggette alle prevaricazioni mafiose, anche se ancora molto c’è da fare in tal senso, ma l’omertà istituzionale è un problema ancora più grave, su cui sarebbe necessaria una riflessione approfondita e una assunzione di responsabilità della politica al momento inesistente.

Quanto a Renzi, che continua a mentire con una naturalezza inquietante, non l’ho sentito una volta, da quando è presidente del consiglio, prendere una posizione chiara,netta, definita, sul problema mafie, ma solo patetici tentativi di elusione delle domande come quello di ieri sera.

Ci sono segnali inquietanti, c’è  il sospetto che la politica abbia, in qualche modo, deciso di ignorare il problema, marginalizzando a mezzo stampa chi, come Saviano, alcuni coraggiosi giornalisti, e parte della società civile, continua a denunciarlo, a lanciare allarmi, a chiedere ma, soprattutto, un cambio culturale che parta dalla presa di coscienza del problema. 

Non mi pare, a sentire le parole del presidente del consiglio, che l’attuale esecutivo si muova in questa direzione, proiettato a propagandare un ottimismo stolido e non suffragato da dati concreti.

Purtroppo, tutti i governi della repubblica hanno dovuto, presto o tardi, fare i conti con le mafie e quando verrà il momento, non basterà un tweet o una battuta sarcastica.

Categorie:Attualità

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...