A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

La controinformazione al tempo di Renzi.


controinformaizone

Al confronto la stampa berlusconiana era un capolavoro di liberalismo, Vittorio Feltri un paladino dei deboli e Sallusti un quasi rivoluzionario. Deliro? Ma date un’occhiata ai titoli dei giornali degli ultimi mesi.

A leggere Repubblica e via via gli altri quotidiani ridotti a casse di risonanza degli sproloqui del piccolo principe, si rischia una crisi di identità: di quale paese parlano, di chi parlano, e io, sono qui o altrove e per questo non capisco cosa dicono?

A leggere l’Unità, poi, pensi che dovrebbe avere come logo la lingua di Mick Jagger che compie l’atto quotidiano a cui sono costretti i poveri redattori per portare a cas ala pagnotta.

La controinformazione renziana è implacabile, certosina nella cura con cui spoglia di qualsiasi significato le notizie: qualunque cosa danneggi l’immagine di un paese in piena ripresa, anzi, proiettato verso un futuro radioso, va eliminata, ridimensionata, sminuita. La neolingua, l’’invenzione fulminante di Orwell, è realtà, ci siamo immersi, la ascoltiamo tutti i giorni.

Calabria e Sicilia vanno a bagno, con allagamenti e crolli, Messina senz’acqua da giorni, ecc.? Ordinaria amministrazione, nessun approfondimento sulla speculazione edilizia mafiosa, sui piani regolatori disegnati dai boss, sulla scandalosa inefficienza dei servizi riguardanti la protezione del territorio. E si torna a parlare del ponte di Messina, mentre a furia di brindisi i boss si stanno iscrivendo agli alcolisti anonimi: “Ciao, mi chiamo Matteo Messina Denaro e sono un alcolista, per colpa dello Stato…”

La mafia non esiste, l’ha detto Sgarbi in tv, quella di Roma non è mafia, nessuno gira con la coppola e spara con la lupara, quindi… lo dice anche Ferrara, un altro utile cretino, utile alle mafie, s’intende. E nessuno parla più di mafia capitale, di quello che sta venendo fuori dai processi, di chi ancora si muove nell’impunità, nessuno si chiede perché, proprio adesso, Maurizio Abbatino non goda più di protezione, diventando di fatto un dead man walking.

La mafia non esiste, molto meglio parlare dell’epico scontro Renzi- Marino, molto più proficuo analizzare e scandagliare in ogni  sfumatura l’ego malato di due incapaci che hanno malgovernato, predicato malissimo e razzolato peggio.

La mafia non esiste neanche a Milano, figuriamoci! La capitale morale d’Italia, quella dove ci sono più assessori regionali in galera che in riunione, la città di Formigoni, di Bossi e anche di Maroni, Salvini è in ritardo nella corsa dei ladroni, ma dai tempo al tempo, la città del finto trionfo dell’Expo, dove molte imprese sono ancora indagate, un disastro finanziario e organizzativo che pagheremo tutti quanti. Dispiace che Cantone abbia preso una cantonata, ma forse, come dicevano gli antichi, nomen omen…

La mafia non esiste né a Napoli né in Puglia, dove si spara e si muore, nel silenzio e nell’indifferenza di tutti. E de Luca trova l’occasione e il modo per insultare Rosy Bindi, presidente della commissione antimafia, e i giornali non parlano di camorra ma di De Luca che insulta Rosy Bindi in un loop demenziale e un po’ sinistro.

Fateci caso: è finita anche l’invasione degli stranieri, la crisi epocale che avrebbe cambiato la vita di tutti noi, la grande paura del nuovo millennio: li tireranno fuori quando bisognerà distogliere l’attenzione dall’ennesimo stupro alla Costituzione o dall’ennesimo provvedimento alla Superciuck, mirabile esempio di super eroe al contrario che rubava ai poveri per dare ai ricchi. Intanto i bambini stranieri continuano a mare in mare e tutti se ne fottono, perché la pietà 2.0 dura un giorno, non di più.

E Renzi a me, più che un super eroe, sembra un super errore.

Categorie:Attualità

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...