Il mio post precedente tentava di dare una spiegazione dell’alto astensionismo che si è verificato in occasione della prima tornata delle comunali a Genova. Essendo stato accusato di generalizzare, mi sembra corretto e opportuno circostanziare i motivi per cui non mi sento rappresentato dai due candidati sindaco andati al ballottaggio e reputo stucchevoli, ipocriti e da sepolcri imbiancati non le legittime preoccupazioni di chi si sente minacciato da una possibile vittoria della destra, nè la chiamata alle armi ingenua e commovente dei giovani, ma il cinismo squallido di chi predica bene e razzola male, nella fattispecie il centrosinistra genovese.

Non spendo nemmeno una parola sul perché la destra non mi rappresenta: chi mi conosce, lo sa, chi non mi conosce lo saprà dopo essere arrivato alla fine dell’articolo.

Andiamo semplificando e puntualizzando:

1) Fino a due giorni fa, quelli che adesso paventano il pericolo di una vittoria della destra, con quella stessa destra hanno scritto una (pessima) legge elettorale e con quella destra erano disposti a far cadere l’attuale governo, guidato da loro stessi, e governare poi insieme. O Berlusconi si è sfascistizzato e rifascistizzato nel giro di due giorni, o i conti non tornano. E potrei chiudere qui il post.

2) Mi sembra che Angelino Alfano sia ancora un ministro del governo in carica e non mi pare che provenga dalla FGCI. E potrei chiudere qui il post.

3) Mi sembra che quello stesso partito che paventa oggi la vittoria dei leghisti fosse alleato con Verdini. meglio i corruttori dei razzisti? E potrei chiudere il post qui.

4) Il governo guidato dai paladini della democrazia e dei diritti ha fatto a pezzi lo Statuto dei lavoratori, liberalizzato i licenziamenti e devastato la scuola pubblica che, per altro, ha avuto l’impennata di orgoglio di scendere in piazza compatta, naturalmente restando inascoltata. E potrei chiudere il post qui.

5) Il governo dei difensori dei diritti ha approvato il decreto sul decoro dei centri urbani, un provvedimento osceno, razzista, decisamente di destra, tanto che è stato applaudito da quelli che oggi sono diventati i nemici. E potrei chiudere il post qui.

6) Veniamo a Genova. Il candidato sindaco era assessore della giunta che ha governato la città fino ad oggi: nè bene nè male, semplicemente presente ma inerte.  Questa giunta ha lasciato aperti capitoli fondamentali come quello del trasporto pubblico e dell’AMIU senza essere in grado di chiudere queste vertenze e si è caratterizzata per la sua ineffabile assenza e un silenzio assordante sui problemi che affliggono Genova.

7) Questa giunta, di cui fa parte quello che difende i diritti e vuole la città ospitale, ha deliberato lo sgombero del campo rom di Cornigliano, poco prima della scadenza del mandato. L’Istituto comprensivo Cornigliano aveva tra i suoi alunni una trentina di ragazzi rom che sono scomparsi, perché i difensori dei diritti hanno dimenticato sia il diritto allo studio, sia i diritti del fanciullo, sia svariati articoli internazionali che tutelano i minori. va aggiunto che molte delle associazioni che oggi insorgono sdegnate contro il pericolo leghista, sempre pronte a lanciarsi nella mischia quando le battaglie sono popolari e politicamente corrette, hanno scelto di non combattere questa battaglia, perché gli zingari sono brutti, sporchi e cattivi e stanno sul cazzo un po’ a tutti. L’hanno combattuta solo gli insegnanti di Cornigliano e la comunità di Sant’Egidio. E davvero potrei chiudere il post qui, perché dei difensori della democrazia che fanno eccezioni ne ho le scatole piene.

8) Questa giunta, come le altre che l’hanno preceduta, ha ignorato il problema del degrado delle periferie e Cornigliano, rispetto al Cep, rispetto a Begato, rispetto alla Diga, è forse il quartiere che sta meglio. Un grande piano di ristrutturazione urbanistica di questi incubatori di disagio e violenza, rilancerebbe il lavoro e permetterebbe di vivere in una città che esiste sui media solo per il suo centro. ma forse il difensore dei diritti e dell’accoglienza non ci ha pensato.

9) Il pd genovese, dopo aver regalato la Regione a Toti, candidando un’incandidabile, dato l’ottimo risultato ha pensato bene di ripetere il format, scegliendo un funzionario di partito probabilmente onesto, sicuramente obbediente, certamente non votato  al cambiamento dello status quo.

10) Il Pd è diventato il partito di un uomo che ha dato più di una volta prova della sua inettitudine, della sua enorme arroganza e di un certo fastidio per le regole della democrazia. Questo nonostante abbia avuto un appoggio senza precedenti dai media. Io credo che quest’uomo abbia bisogno di una lezione e che questa lezione debba arrivare da quell’elettorato che ha tradito, sbeffeggiato e insultato a più riprese.

. Io e i miei colleghi facciamo antirazzismo, integrazione e accoglienza da molto prima che qualcuno avesse l’idea di metterli in uno slogan e per noi, non sono mai stati uno slogan. Sono antifascista e considero i leghisti un errore dell’evoluzione ed è per questo che rivendico il mio diritto ad astenermi perché i due candidati, per motivi diversi, mi disgustano in eguale misura. All’amico che mi ha ricordato Matteotti, ricordo che i socialisti, al tempo, non sancirono un patto elettorale con Mussolini né si accordarono con lui per spartirsi i posti in parlamento.

Ovviamente non ho nulla contro chi andrà a votare e ricordo che se sarà eletto il candidato di centro destra sarà perché l’avrà eletto la gente. Non è che la democrazia va difesa solo quando ci comoda.

Concludo dicendo che raramente mi sono sentito così amareggiato e sconfitto come nel corso di questa campagna elettorale, e sì che da comunista e sampdoriano alle sconfitte ci sono abituato.

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...