A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Multedo: una squallida commedia degli errori


ku-klux-klan-chicago

Il capitale e l’accumulo,del capitale sono, in quanto espressione dell’interesse di pochi, amorali, se non incompatibili, indifferenti all’etica. Così un buon manager, perché questa è la sua natura e non per colpa, ricordo la favola dello scorpione che punge il suo salvatore, sarà tanto più amorale quanto più è capace. Ma se il manager sceglie la strada della politica e assume un pubblico incarico, può continuare a essere quello che è o non deve, piuttosto, assumere responsabilmente una nuova veste?

La questione è di scottante attualità visto come il sindaco Bucci ha pensato di risolvere la questione di Multedo, cioè usando l’ accoglienza di esseri umani come merce di scambio: Multedo si prende dodici profughi e io stanzio subito sette milioni di euro per lavori di ristrutturazione del quartiere. Un ragionamento perfetto, da manager, un errore politico imperdonabile.

Il messaggio che passa è che basta un paio di manifestazioni razziste per ottenere ciò che spetta di diritto e avere, come bonus, uno sconto sugli esseri umani da ospitare. Una soluzione perfettamente compatibile con lo stile del manager ma che poco ha a che fare con le responsabilità’ di un pubblico amministratore. Senza contare   la reificazione dei profughi, ridotti a merci di scambio.

Io sono nato nel secolo scorso quando l’idea dominante era che la politica dovesse avere un solido sostrato etico e laico e il suo compito, oltre che quello di amministrare equamente le risorse pubbliche, dovesse essere anche di elevare culturalmente il popolo, di creare cittadini consapevoli e attivi nel perseguire l’ utile comune. Evidentemente, a Bucci e alla sua giunta, è rimasto in mente solo il perseguire l’utile.

Questa brutta uscita del sindaco è solo l’ultimo di una lunga serie di errori che hanno contrassegnato questa squallida e triste vicenda e,segue a ruota, la maldestra e inopportuna contromanifestazione della Fiom, contemporanea alla  fiaccolata stile Ku Klux klan degli abitanti di Multedo. Francamente, non era il caso di esacerbare gli animi e creare una dicotomia buoni cattivi che lascia il tempo che trova. meglio lasciar passare quella brutta carnevalata nel dimenticatoio che farla finire in prima pagina per la tensione che si è creata.

Non è cercando lo scontro che si risolverà una situazione ormai compromessa, in cui ogni attore che entra in scena sbaglia la sua battuta. Temo purtroppo, l’effetto domino, anche se potrebbe avere un lato positivo: applicando il Bucci pensiero con un paio di milioni di profughi da offrire ai comuni come bonus, risolveremmo il problema della messa in sicurezza delle scuole, del dissesto idrogeologico, delle infrastrutture,ecc.

Mi chiedo quanto valgano sul mercato i profughi siriani, se il prezzo salga a seconda che siano bianchi o neri, quanto potrebbe far salire le quotazioni un bambino.

Purtroppo appare irrisolvibile il problema del dissesto etico, morale e umano di un paese sempre più allo sbando, sempre più brutto, sempre più privo di una bussola che ne orienti l’anima. E questa brutta uscita, cinica e opportunista, nemmeno fascista, solo squallida, ne è l’ennesima riprova.

Ma c’è speranza: sta nell’opera silenziosa, quotidiana, instancabile, che non finisce in prima pagina, di quelle persone che con i migranti lavorano quotidianamente, che li accolgono senza se e senza ma, di quelle che si battono perché venga riconosciuta la loro dignità di esseri umani, esattamente quella dignità che il sindaco di questa città ha offeso, trasformandoli in merce di scambio.

A loro va il mio rispetto, a loro e ai ragazzi e alle ragazze che mi ritrovo ogni mattina davanti: esasperanti, smarriti, a volte feriti, bellissimi nella loro ingenuità, loro non conoscono e non capiscono la chiusura verso il diverso,sono naturalmente portati a essere curiosi, a non rifiutare e a cercare sempre un punto di contatto che permette il riconoscimento dell’altro come simile a sé. Quando parliamo di razzismo, la domanda più frequente che mi fanno è: ma non ha senso, perché?

Non posso che augurare loro di restare così dentro, per sempre giovani. 

https://www.youtube.com/watch?v=VAusBR2uSN8

Categorie:Attualità

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...