A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Razzismo di (bassa) lega, e gli insegnanti dove sono?


così-lodio-si-diffonde-752x440

Due notizie ampiamente riportate dai quotidiani su cui non mi dilungo più di tanto: a Lodi, in provincia di Milano, un provvedimento discriminatorio, anticostituzionale e vile della giunta leghista, di fatto impedisce ai figli di famiglie straniere di accedere al servizio di scuolabus e mensa a una tariffa adeguata al loro reddito e li obbliga a pagare le tariffe più alte, sottraendogli un diritto e introducendo una norma razzista che va a colpire i bambini.

A Monfalcone invece, i bengalesi sono i benvenuti se devono sputare sangue nei cantieri navali, meno se i loro figli devono frequentare le scuole materne, perchè è stato deciso dal sindaco un tetto massimo (incostituzionale) del 45%  di bambini non italofoni, gli altri si cerchino un posto altrove.

Inutile cercare di esprimere a parole il mio totale disprezzo per la giunta leghista di Lodi e l’amministrazione comunale di Monfalcone, lavoro da quasi vent’anni in una scuola multietnica, alla periferia di Genova, battendomi, insieme ai miei colleghi, contro ogni forma di discriminazione e di razzismo.

Quello che mi stupisce è il silenzio, della gente e dei colleghi delle scuole interessate. Che la gente possa anche trovarsi d’accordo su simili posizioni, di questi tempi, che dei genitori possano trovare normale discriminare i compagni dei loro figli, mi rattrista, mi disgusta, ma non mi stupisce più di tanto.

Non riesco invece a concepire un insegnante che accetti senza fiatare simili porcherie, va contro la nostra deontologia, il nostro obbligo di obbedienza al dettato costituzionale, la nostra dignità professionale, va contro il nostro essere uomini e donne che hanno il compito di formare gli uomini e le donne di domani.

Se la scuola e chi la scuola la fa funzionare ogni giorno, si adegua a provvedimenti simili, è la fine. Se si confonde il rispetto della legalità con il rispetto di qualsiasi provvedimento scatologico l’amministrazione del momento possa vomitare, allora davvero non serviamo più e sono sufficienti un tot di ore l’anno su wikipedia, così eliminiamo anche i libri polverosi.

Lex mala, lex nulla,  dicevano gli antichi, una cattiva legge non si rispetta e i primi ad alzare la testa e dire di no dovrebbero essere gli insegnanti che ogni giorno, quando entrano in classe, rendono vive e concrete le parole della Costituzione.

Se questo non succede, se cerchiamo il quieto vivere e voltiamo la testa per non vedere, allora scivoleremo con questo paese in un meritato baratro.

Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...