A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Cronaca

La solita, vecchia storia


L’odierna Amaca di Michele Serra, cui la sconfitta elettorale ha indubbiamente giovato trasformandolo da laudator temporis agens durante l’egemonia renziana, nel giornalista acuto e pungente che tutti abbiamo amato in passato, fa il punto suoi motivi del successo di Salvini, diventato l’indubbio one man band di questo governo, data l’inconsistenza ideologica, programmatica e cerebrale del leader pentastellato. Secondo Serra, con cui concordo e dissento solo su un punto, il successo di Salvini […]

Continua a leggere →

La questione sociale dimenticata


Criticare il liberismo, la globalizzazione, ecc., come si legge da più parti e considerare il sistema in cui viviamo l’unico responsabile delle migrazioni, non serve a nulla, oltre a non essere del tutto corretto. Il più grande movimento antiliberista che si sia mai organizzato, si è sciolto come neve al sole sotto le manganellate di Genova nel 2001. Il tempo delle grandi utopie è ormai finito. Dare la colpa delle […]

Continua a leggere →

La notte


Mi sono sempre chiesto com’è cominciata. Ho letto De Felice, percependo la fascinazione dello studioso per l’oggetto di studio, descrizioni accurate ma non la spiegazione definitiva di come è stato possibile, ho letto Shirer, che ha visto l’orrore nascere e svilupparsi, lo ha descritto, ma, leggendo, in sottofondo senti l’incredulità, perché capire la discesa agli inferi di un’anima, entrare nei meccanismi che trasformano un uomo in un mostro è comunque […]

Continua a leggere →

E non c’è niente da capire


David Ricardo e Adam Smith, nomi certamente sconosciuti a Salvini e Di Maio, sono i due padri nobili del liberismo. Alla base delle loro complesse teorie, c’era l’idea che creando una èlite di ricchi, il benessere si diffondesse inevitabilmente anche ai ceti inferiori, in virtù dell’umanità degli stessi ricchi e delle dinamiche del capitale: più produci, più guadagni, più paghi i tuoi operai che consumano di più e quindi hai […]

Continua a leggere →

Un uomo che si batteva per altri uomini


  Sacko Soumaila era un immigrato, Sacko Soumaila era un sindacalista, Sacko Soumaila era un uomo che si batteva per i diritti di altri uomini dalla pelle scura come la sua. E’ stato assassinato in Calabria, mentre con due amici cercava di recuperare dalle lamiere da un terreno sotto sequestro, perchè la magistratura sospetta che servisse da stoccaggio di rifuti tossici. Voleva costruire un riparo nella tendopoli dove sono accampati […]

Continua a leggere →

Il Sistema siete voi


Sono molto preoccupato in questi giorni.  Preoccupato per i miei alunni stranieri. Finora la scuola ha accolto tutti, senza chiedere il permesso di soggiorno ai genitori e, quando hanno provato a imporlo per legge, gli insegnanti  hanno detto no e fatto ritirare la legge. Non so se oggi succederebbe lo stesso. Non so se quasi tutti sarebbero d’accordo. Sono preoccupato per il campus di Coronata, un laboratorio sociale di integrazione […]

Continua a leggere →

Le consapevolezze ultime di Aldo Busi


Solo un grande scrittore è in grado di cogliere perfettamente lo zeitgeist di un’epoca e solo Aldo Busi può spiattellarcelo davanti agli occhi in modo così impudico, oscenamente sincero, disturbante. Come in un lugubre carosello interpretato da fantasmi. L’ultimo libro dello scrittore di Montichiari non è solo un ferocissimo e perfido j’accuse, ma una fotografia dolente e dolorosa di un paese ridotto a una terra desolata, la constatazione di una […]

Continua a leggere →