A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Questione di business


Ho deciso, in questi tempestosi giorni di quella che si avvia ad essere la peggiore campagna elettorale degli ultimi anni,  di occuparmi su queste pagine  di problemi pratici, piccoli, proponendo soluzioni che qualunque legislatore di buon senso potrebbe affrontare senza danni per l’erario, addirittura risparmiando. Nessun discorso sui massimi sistemi, nessun richiamo alle magnifiche sorti e liberali nè ironie su chi sta dall’altra parte della barricata. Solo elementare buon senso. […]

Continua a leggere →

Il gioco dei perchè


In Germania, il 16% dell’energia elettrica viene prodotto tramite l’energia solare. Perchè in Italia, dove si potrebbe produrre il 100% del fabbisogno energetico con il solare e l’eolico queste tecnologie non vengono incrementate? Inghilterra, Francia e Germania stanno progressivamente dismettendo il nucleare, tecnologia costosa, pericolosa, con costi di dismissione molto più alti di quelli di costruzione, senza contare il problema delle scorie. Perchè in Italia si fa ripartire una tecnologia […]

Continua a leggere →

Disonestà nascosta


Leggo su Il Secolo XIX di oggi, nella pagina on line: “Cortei e assemblee, domani rischio paralisi a Genova”. Premetto che io domani non sciopererò perchè il sindacato a cui sono iscritto non ha aderito, tuttavia non posso esimermi dallo stigmatizzare un titolo tanto aberrante e vergognoso. Il messaggio che l’ineffabile giornalista manda ai lettori è che lo sciopero costituisce un disagio, addirittura una paralisi, insomma una danno per la […]

Continua a leggere →

La memoria corta


Che gli italiani abbiano la memoria corta, è cosa nota. In caso contrario, il paese non sarebbe nell’impasse politica, economica e sociale in  cui si trova, non ci sarebbe un partito di governo che ha come cavallo di battaglia il razzismo, ecc.ecc. Ma che ad avere la memoria corta sia il presidente del consiglio è un  pò più grave, dal momento che chi rappresenta il popolo dovrebbe esserne il campione, […]

Continua a leggere →

La cortina di fumo


Sarà un caso, ma ogni volta che l’attuale esecutivo è in grave difficoltà, difficoltà che potrebbe comportare un significativo calo di consensi, accade qualcosa che distoglie l’attenzione dell’opinione pubblica, spargendo una sottile e mefitica cortina di fumo sui fatti. Il decreto firmato dal premier che, de facto, regolarizza una palese irregolarità, è un fatto gravissimo, impensabile in una delle grandi democrazie europee o negli Stati Uniti, ma, agli occhi di […]

Continua a leggere →

Pupi e pupari


“L’Italia è una espressione geografica” Metternich “L’Italia è fatta, adesso bisogna fare gli italiani” Cavour “Gli italiani sono irrimediabilmente predisposti alla dittatura” Flaiano “Cu nasci tunnu non pò moriri quatru” trad. Chi nasce tondo non può morire quadrato Detto popolare siciliano I fascisti possono essere incolpati di essere fascisti specie se più volte hanno chiaramente dimostrato di esserlo? Traduzione: ci dobbiamo stupire e scandalizzare se un premier che da 19 […]

Continua a leggere →

Uno spiraglio di luce


Nello squallore di questi ultimi giorni, finalmente una buona notizia: la notizia della condanna di tutti gli imputati per i fatti accaduti nel 2001 durante il G8 di Genova.  Finalmente viene stabilito un fatto che da anni viene negato: a Bolzaneto, nel 2001, i fermati furono minacciati, percossi, torturati; a Bolzaneto, nel 2001, si sospesero i diritti civili di centinaia di persone. Medici, secondini e poliziotti infangarono la loro divisa […]

Continua a leggere →