A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

La memoria corta


Che gli italiani abbiano la memoria corta, è cosa nota. In caso contrario, il paese non sarebbe nell’impasse politica, economica e sociale in  cui si trova, non ci sarebbe un partito di governo che ha come cavallo di battaglia il razzismo, ecc.ecc. Ma che ad avere la memoria corta sia il presidente del consiglio è un  pò più grave, dal momento che chi rappresenta il popolo dovrebbe esserne il campione, […]

Continua a leggere →

La cortina di fumo


Sarà un caso, ma ogni volta che l’attuale esecutivo è in grave difficoltà, difficoltà che potrebbe comportare un significativo calo di consensi, accade qualcosa che distoglie l’attenzione dell’opinione pubblica, spargendo una sottile e mefitica cortina di fumo sui fatti. Il decreto firmato dal premier che, de facto, regolarizza una palese irregolarità, è un fatto gravissimo, impensabile in una delle grandi democrazie europee o negli Stati Uniti, ma, agli occhi di […]

Continua a leggere →

Pupi e pupari


“L’Italia è una espressione geografica” Metternich “L’Italia è fatta, adesso bisogna fare gli italiani” Cavour “Gli italiani sono irrimediabilmente predisposti alla dittatura” Flaiano “Cu nasci tunnu non pò moriri quatru” trad. Chi nasce tondo non può morire quadrato Detto popolare siciliano I fascisti possono essere incolpati di essere fascisti specie se più volte hanno chiaramente dimostrato di esserlo? Traduzione: ci dobbiamo stupire e scandalizzare se un premier che da 19 […]

Continua a leggere →

Uno spiraglio di luce


Nello squallore di questi ultimi giorni, finalmente una buona notizia: la notizia della condanna di tutti gli imputati per i fatti accaduti nel 2001 durante il G8 di Genova.  Finalmente viene stabilito un fatto che da anni viene negato: a Bolzaneto, nel 2001, i fermati furono minacciati, percossi, torturati; a Bolzaneto, nel 2001, si sospesero i diritti civili di centinaia di persone. Medici, secondini e poliziotti infangarono la loro divisa […]

Continua a leggere →

Con Dio dalla nostra parte…


C’è questa vecchia canzone di Bob Dylan, With god on our side, un lungo elenco di malfattori ( gli americani che massacrano gli indiani, i nazisti, gli americani che massacrano i vietnamiti, che discriminano i neri, ecc.ecc.) e tutti portano sulla cintura la scritta: Dio è con noi. E’ una canzone che andrebbe studiata a memoria e inserita nelle antologie scolastiche, sono le parole di un poeta scritte in un […]

Continua a leggere →

Figli di uno stato minore


Da qualche anno a questa parte, indipendentemente dal colore politico, la politica dei governi che si sono succeduti al governo del paese sembra essere incanalata verso una cancellazione virtuale dei giovani. Risolto il problema della tossicodipendenza cancellando il fenomeno dai notiziari e dai giornali o relegandolo a passatempo per ricchi privilegiati con manie depressive (vedi caso Morgan), ignorato il problema dell’alcolismo dilagante, a meno che non si pensi che i […]

Continua a leggere →

Cercasi Proust…


Nella Recherche, uno dei pochissimi libri veramente fondamentali nella storia della letteratura, Marcel Proust descrive con feroce sarcasmo, un pizzico di nostalgia e una spietata precisione il canto del cigno di una società, quella aristocratica e altoborghese dell’ancien regime, colta nel momento della sua caduta. Le due guerre mondiali avrebbero cambiato il corso della storia e il potere sarebbe diventato il gioco preferito dei grandi capitalisti. Ho spesso parlato, in […]

Continua a leggere →