A ciascuno il suo

Dell'attualità, della memoria e di altre amenità

Cercasi Proust…


Nella Recherche, uno dei pochissimi libri veramente fondamentali nella storia della letteratura, Marcel Proust descrive con feroce sarcasmo, un pizzico di nostalgia e una spietata precisione il canto del cigno di una società, quella aristocratica e altoborghese dell’ancien regime, colta nel momento della sua caduta. Le due guerre mondiali avrebbero cambiato il corso della storia e il potere sarebbe diventato il gioco preferito dei grandi capitalisti. Ho spesso parlato, in […]

Continua a leggere →

Urla del silenzio


Perchè stupirsi che il TG1 parli di assoluzione dell’avvocato Mills quando invece questo è stato condannato ma il reato a lui ascritto e per il quale è stato ritenuto colpevole, cioè quello di essere stato corrotto dal presidente del consiglio, è caduto in prescrizione? Sono anni che si dice che Andreotti è stato assolto dall’accusa di associazione a delinquere con Cosa nostra mentre la sentenza definitiva ha stabilito che tale […]

Continua a leggere →

Il motore immobile


Ieri la commissione europea per l’economia ha diramato le cifre sulla situazione economica del continente: non sono buone, la ripresa non c’è, le previsioni per quest’anno devono essere tutte riviste al ribasso. E’ particolarmente critica la situazione della Grecia, della Spagna e dell’Italia mentre Francia e Germania mostrano indici di sviluppo migliori. La commissione ha invitato a investire in innovazione e ricerca dicendo chiaramente che le aziende che sono entrate […]

Continua a leggere →

Alea iacta est


A mio modesto avviso non è stato dato sufficiente rilievo alle dichiarazioni fatte ieri dal Presidente del consiglio, anche se questa sembra una contraddizione in termini. Non è stata sottolineata in modo chiaro la portata politica delle sue affermazioni. Nonostante le smentite immediate a cui siamo abituati ieri il premier ha deciso di varcare il suo personale Rubicone e abbracciare il suo alleato più fedele, l’unico che gli garantisca, in […]

Continua a leggere →

Una sostanziale differenza


L’incontro di ieri sera con il giudice Caselli, annunciato a più riprese su questo blog, è stato, come prevedibile, estremamente interessante. Il giudice ha ripercorso gli anni della guerra al terrorismo e alla mafia con dovizia di particolari, soffermandosi anche a commentare l’attualità di questi giorni, esprimendo il suo parere, come è sua consuetudine, in tono pacato ma molto fermo. Mi pare di poter affermare che oggi, in una situazione […]

Continua a leggere →

C’è un paese dove…(2)


C’è un paese, un paese lontano, dove milioni di dipendenti pubblici, insegnanti, impiegati, ecc. ogni giorno svolgono onestamente il proprio lavoro senza rubare, senza evadere le tasse, spesso con retribuzioni sotto il limite della decenza. Questi milioni di impiegati pubblici se si ammalano vedono il proprio stipendio decurtato per la prima settimana, sono sottoposti a un codice disciplinare appena rinnovato molto severo, verranno valutati in base alla loro produttività. C’è […]

Continua a leggere →

Sono solo canzonette…?


Gli anni scorsi ho guardato il festival di S. Remo ascoltando la Gialappa’s band in sottofondo. Quest’anno, dopo nove anni, radio due ha deciso di non mandare in onda i tre divertentissimi e dissacranti contestatori e non ho trovato alcun motivo valido per vedere un programma orribile. La visione delle ultime due ore della finale mi ha confermato che ho fatto bene. Il clima da sagra strapaesana, le canzoni ripugnanti, […]

Continua a leggere →