Trofie alla mia maniera


Mi piace, a volte, modificare ricette classiche, consolidate dalla tradizione. Quindi al posto del pesto o del canonico burro e salvia, propongo uan rivistazione delle trofie con un sugo a base di cipolle e bacon, mutuato dalle mie sperienze culinarie in Germania, dove usano gli spatzle, squisiti gnocchetti simili alle trofie, di cui posterò la ricetta prossimamente. Preparatevi dunque a una esperienza culinaria inedita e, spero, gradita.

Ingredienti per quattro persone:

Un confezione di trofie

Quattro cipolle bianche grandi, di quelle provenienti dal sud che in questi giorni trovate al mercato, deliziosamente saporite.

Quattro fette di bacon tagliate spesse.

Vino bianco

Olio

peperoncino ( a chi piace)

Affettate le cipolle con una mandolina, devono essere sottilissime. Tagliate il bacon a dadini e mettetelo insieme alle cipolle in una padella con quattro cucchiai d’olio. A metà cottura, sfumate con del vino bianco e lasciate cuocere fino a quando le cipolle saranno appassite. Aggiungete, se lo gradite, del peperoncino o, come faccio io, una spezia piccante a vostro gusto. Fate cuocere le trofie e poi fatele saltare in padella con le cipolle, il bacon e due cucchiai dell’acqua di cottura per qualche minuto. Servite a tavola dopo aver spolverato con del buon pecorino. Accompagnate con del vino rosso, del Morellino di Scansano, ad esempio e lasciatevi avvolgere dal gusto intenso di questo piatto.